Facebook Twitter Youtube Picasa

PARTNER TECNICI

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING NO-GI, BJJ/GRAPPLING GI e MMA

NEWS FIGMMA – 27 GIUGNO 2018

 

NEWS FIGMMA – 2 LUGLIO 2018

  • CAMPIONATO MONDIALE JUNIOR DI MMA 2018 DELL’IMMAF

  • CAMPIONATO MONDIALE NOVIZI, ESORDIENTI, CADETTI, JUNIOR E VETERAN 2018 DI GRAPPLING DELLA UWW

  • NUMERO MINIMO DI ORE DI FORMAZIONE ANNUALI PER GLI INSEGNANTI TECNICI

  • DOPING

CAMPIONATO MONDIALE JUNIOR E ASIAN OPEN DI MMA 2018 DELL’IMMAF

Il Campionato Mondiale Junior di MMA 2018 dell’IMMAF (riservato agli atleti di 18-19-20 anni di età ossia nati negli anni 1998, 1999 e 2000) si svolgerà a Pechino, in Cina, dal 10 al 15 settembre 2018 (le date sono state cambiate).

Si svolgerà in concomitanza anche l'Asian Open di MMA.

Per entrambe le competizioni è previsto un premio in denaro ai medagliati di categoria, ai migliori Team e ai vincitori degli award speciali (miglior finalizzazione, miglior KO, miglior atleta etc).

Il totale del montepremi della competizione è di 500000 USD.

Ogni Federazione Nazionale membro dell’IMMAF può iscrivere al Campionato al massimo 2 in ogni categoria di peso che però non potrà avere più di 32.

Si invitano dunque gli atleti interessati a partecipare a proprie spese alla suddetta competizione ad inviare al più presto la propria candidatura (entro 5 agosto) a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La Federazione selezionerà gli atleti candidati considerando come titolo preferenziale la partecipazione e i risultati ottenuti alle gare istituzionali (Campionati Italiani e Coppa Italia) del 2017 e del 2018.

Per le informazioni complete sul Campionato Mondiale Junior

https://www.mynextmatch.com/tournament/78/details

Per le informazioni complete sull'Asian Open

https://www.mynextmatch.com/tournament/77/details

 

CAMPIONATO MONDIALE NOVIZI, ESORDIENTI, CADETTI, JUNIOR E VETERAN 2018 DI GRAPPLING DELLA UWW

Il Campionato Mondiale Novizi,Esordienti, Cadetti, Juniore e Veteran 2018 della UWW si svolgerà a Astana, Kazakhstan, dal 6 al 7 settembre 2018.

Ogni Federazione Nazionale membro della UWW può iscrivere al Campionato al massimo 2 in ogni categoria di peso (nessun limite nei Veteran) .

Si invitano dunque gli atleti interessati a partecipare a proprie spese alla suddetta competizione ad inviare al più presto la propria candidatura (entro 25 luglio) a  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La Federazione selezionerà gli atleti candidati considerando come titolo preferenziale la partecipazione e i risultati ottenuti alle gare istituzionali (Campionati Italiani e Coppa Italia) del 2017 e del 2018.

Per le informazioni complete sul Campionato al link

https://unitedworldwrestling.org/sites/default/files/2018-06/infos_09_astana.pdf

NUMERO MINIMO DI ORE DI FORMAZIONE ANNUALI PER GLI INSEGNANTI TECNICI

Si ricorda che gli Insegnanti Tecnici, che hanno una qualifica inferiore a quella di Allenatore Cintura Marrone, hanno l’obbligo di seguire ogni anno almeno 12 ore di formazione con il loro Tutor. In caso contrario non potranno mantenere la qualifica di Insegnante Tecnico.

DOPING

Il 6 aprile 2018 è entrato in vigore il D.Lgs. 1° marzo 2018 n. 21 che ha introdotto il seguente nuovo articolo al Codice Penale:

Art. 586-bis Codice Penale - Utilizzo o somministrazione di farmaci o di altre sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, è punito con la reclusione da tre mesi a tre anni e con la multa da euro 2.582 a euro 51.645 chiunque procura ad altri, somministra, assume o favorisce comunque l'utilizzo di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive, ricompresi nelle classi previste dalla legge, che non siano giustificati da condizioni patologiche e siano idonei a modificare le condizioni psicofisiche o biologiche dell'organismo, al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti, ovvero siano diretti a modificare i risultati dei controlli sull'uso di tali farmaci o sostanze. 
La pena di cui al primo comma si applica, salvo che il fatto costituisca più grave reato, a chi adotta o si sottopone alle pratiche mediche ricomprese nelle classi previste dalla legge non giustificate da condizioni patologiche ed idonee a modificare le condizioni psicofisiche o biologiche dell'organismo, al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti ovvero dirette a modificare i risultati dei controlli sul ricorso a tali pratiche. 
La pena di cui al primo e secondo comma è aumentata: 
a) se dal fatto deriva un danno per la salute; 
b) se il fatto è commesso nei confronti di un minorenne; 
c) se il fatto è commesso da un componente o da un dipendente del Comitato olimpico nazionale italiano ovvero di una federazione sportiva nazionale, di una società, di un'associazione o di un ente riconosciuti dal Comitato olimpico nazionale italiano. 
Se il fatto è commesso da chi esercita una professione sanitaria, alla condanna consegue l'interdizione temporanea dall'esercizio della professione. 
Nel caso previsto dal terzo comma, lettera c), alla condanna consegue l'interdizione permanente dagli uffici direttivi del Comitato olimpico nazionale italiano, delle federazioni sportive nazionali, società, associazioni ed enti di promozione riconosciuti dal Comitato olimpico nazionale italiano. 
Con la sentenza di condanna è sempre ordinata la confisca dei farmaci, delle sostanze farmaceutiche e delle altre cose servite o destinate a commettere il reato. 
Chiunque commercia i farmaci e le sostanze farmacologicamente o biologicamente attive ricompresi nelle classi indicate dalla legge, che siano idonei a modificare le condizioni psicofisiche o biologiche dell'organismo, al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti ovvero idonei a modificare i risultati dei controlli sull'uso di tali farmaci o sostanze, attraverso canali diversi dalle farmacie aperte al pubblico, dalle farmacie ospedaliere, dai dispensari aperti al pubblico e dalle altre strutture che detengono farmaci direttamente destinati alla utilizzazione sul paziente, è punito con la reclusione da due a sei anni e con la multa da euro 5.164 a euro 77.468.

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information