Facebook Twitter Youtube Google Bookmarks

PARTNER TECNICI

 

 

Risultati Campionati del Mondo IMMAF 2021 - Abudhabi
Risultati

 

GLI ATLETI ITALIANI SI FERMANO AD UN PASSO DAL PODIO AI MONDIALI DI MMA

Ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, si sono svolti dal 24 al 29 gennaio 2022 i Campionati Mondiali di MMA Seniors e Juniors dell’IMMAF, con il patrocinio e la sponsorizzazione dell'UFC.

La Nazionale Italiana della FIGMMA, condotta dal Capo Delegazione Vito Paolillo, dal DTN Fabio Ciolli e dal Maestro Luca Puggioni, ha schierato 9 atleti Seniors, completamente spesati dalla Federazione, e un atleta Juniors, in un Mondiale in cui, nonostante la pandemia, hanno partecipato 467 atleti di 39 paesi.

La trasferta purtroppo è partita subito male, il DTN Fabio Ciolli infatti, appena arrivato negli Emirati, è risultato positivo al tampone ed è stato quindi costretto all’isolamento in albergo durante tutta la settimana in cui si è svolta la competizione.

Fortunatamente nella squadra era presente anche il Maestro Luca Puggioni che ha sostituito egregiamente il DTN supportando ed assistendo gli atleti della Nazionale durante tutta la competizione e di questo la Federazione gli è grata.

Purtroppo in questa durissima competizione nessun atleta italiano è riuscito a salire sul podio ma l’Italia ha comunque dimostrato di essere una squadra solida con ben 5 atleti che hanno raggiunto i quarti di finale della competizione battendosi alla pari con gli atleti più forti del mondo nelle Amateur MMA.

Nella classifica per nazioni ha prevalso la Russia che si dimostra ancora una volta la nazione dominante con i suoi atleti, quasi tutti del Daghestan, che riescono ad utilizzare al meglio le loro arti lottatorie nel contesto delle MMA (la Russia ha vinto 5 titoli nei Seniors e 13 negli Junior).

I filmati dell'evento sono disponibili su IMMAF.TV

Un ringraziamento particolare allo sponsor Federale ADIDAS che ha supportato gli azzurri in questa prestigiosa competizione internazionale.

Di seguito il resoconto del Maestro Luca Puggioni:

TRASFERTA DELLA NAZIONALE ITALIANA IN QUEL DI ABUDHABI PER I MONDIALI IMMAF DI MMA (di Luca Puggioni).


Iniziamo col botto, coach Facio Ciolli fuori dall’angolo degli atleti bloccato da un tampone positivo, e da lì l’inizio di una infausta avventuraper il nostro CT.

Luca Puggioni coach a sostegno dell’atleta Junior, presta la sua esperienza come sostegno nelle fasi di taglio peso, gestione del team ed angolo degli atleti, ad una nazionale che si presenta comunque compatta, solida, con la voglia di stupire e che non si fa di certo scoraggiare.

Primo giorno di gara, Arena piena di talenti e “rising stars” da ogni parte del pianeta, la tensione sale.

Il primo a salire e rompere il ghiaccio è il nostro più giovane talento Magris Alberto, che con tenacia ha contenuto un livello di lotta sublime del suo avversario Uzbeko, provando diverse soluzioni per ribaltare il match, ma perdendo poi ai punti.

I restanti atleti del Fight Day 1 con prestazioni eccellenti, a partire da Luca Borando che sconfigge nettamente un insidioso slovacco, Daniele Caldarera con la sua lotta e la sua compostezza nel non indietreggiare mai, non lascia scampo al suo avversario americano.

In fine Dario Petrolo che fa sfoggio di grande esperienza e tecnica affinata e domina senza problemi.

Con la seconda giornata di gara, dopo i ripetuti check tampone PCR e del peso passati sempre con successo e non poco sacrificio, i nostri atleti portano a casa 3 vittorie e 3 sconfitte, ma nel complesso 6 battaglie senza esclusione di colpi.

Degne di nota, Alice Maniccia, Daniele Caldarera e Dario Petrolo che seppur nella sconfitta, affrontando avversari di livello mai visto, hanno mostrato che l’Italia è una nazione da temere, e non scherza! Grande cuore per tutti.

Luca Borando porta casa una seconda vittoria al ritmo di uno striking pressante ed un footwork eccellente.

Fidel Gramiccia, non si smentisce e con estrema chirurgia porta colpi da ogni angolo e direzione, montanti, spinning kick, e vince ai punti contro un avversario fatto di cemento.

A fine giornata fa esaltare il palazzetto la prestazione di Francesco Fornasieri che contro un avversario ben più alto e pesante, fa sfoggio della sua imprevedibilità e con un’ottima lotta e pesanti overhand, si porta a casa la vittoria, una seconda giornata nel complesso, da ricordare!

Infine eccoci al terzo giorno di gara, gli acciacchi iniziano a farsi sentire per tutti ma nessuno molla la presa e con non poche difficoltà, per i ragazzi questa giornata non si dimostra dalla loro parte. Un Ilaria Norcia molto ben preparata affronta una Brasiliana che non perdona nessuna distanza. Luca Borando con grande forza di volontà, inciampa purtroppo in un Atleta Bahrain di altissimo livello che volerà poi in finale. Daniele Caldarera nonostante la sua ‘testa dura’ è la sua lotta insidiosa, incontra un atleta tra i migliori della sua divisione, pressa forte, porta colpi pesanti, e nemmeno lui riesce a passare questo ostacolo.

Dario Petrolo perde purtroppo ai punti, contro un’avversario che aveva già precedentemente incontrato, dal grande talento, e nonostante tre riprese dove il nostro capitano abbia tentato il tutto per tutto, il verdetto non gli sarà favorevole.

Martina Corradi stupisce, perde un match molto discutibile sul filo del rasoio, rimonta la situazione più volte nel corso delle riprese ma un take down alla fine della terza le è fatale.

Francesco ‘bestia’ Fornasieri, incontra un avversario irlandese che si dimostra ancor più bestia, dalla grande possenza fisica e pressante lotta, che incassa molto bene i pesanti colpi di Francesco, non sufficienti però ad assicurargli la vittoria.

In fine il caso Fidel Gramiccia, match stellare dove entrambi gli atleti scambiano colpi pesantissimi finendo entrambi quasi knock down, ma quei secondi in più di dominio a parete fanno pendere la bilancia dei giudici verso l’avversario Pakistano (che per inciso, era un Pro sotto mentite spoglie, non vidimato a dovere dalla commissione atletica) il ricorso presentato dal Coach Fabio Ciolli in sostegno da Marc Goddard, non porta però a risultati.

Nel complesso una nazionale che ha dimostrato un grande valore tecnico, una immensa tenacia, e soprattutto grande coesione e senso di squadra in una situazione difficile. Atleti dal quale prendere esempio e per i quali è un onore essere rappresentati. Un ringraziamento all’aiuto fondamentale del vice presidente Figmma Vito Paolillo.

In esperienza di crescita per tutti indistintamente. Auguriamo in fine il miglior decorso per il coach Fabio Ciolli, il vero guerriero di questa trasferta.

Coach Luca Puggioni.

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Le Privacy Policy possono essere consultate al link che segue privacy policy.

Accetto le Privacy Policy di questo sito

EU Cookie Directive Module Information