Facebook Twitter Youtube Picasa

PARTNER TECNICI

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING NO-GI, BJJ/GRAPPLING GI e MMA

Intervista al Presidente della FIGMMA rilasciata a http://maxbjj.blogspot.it di Max De Michelis

 

Intervista al Presidente della FIGMMA rilasciata a http://maxbjj.blogspot.it di Max De Michelis

Roma, 2 gennaio 2014

La notizia che dal 2014 la FIGMMA permette ad ogni società sportiva pagando una quota di affiliazione di 70 euro di poter gareggiare di MMA, Grappling No-Gi, Brazilian jiu-jitsu/Grappling Gi e Sanda è sicuramente un'ottima cosa ma perché invitare le società sportive affiliate ad aprire corsi e a partecipare all’attività federale di tutte le discipline?

Ho proposto al Consiglio Federale di far pagare un'unica affiliazione e un unico tesseramento e ho invitato le società sportive ad aprire corsi e a partecipare alle attività federali di tutte le discipline perché penso che in questo modo i nostri sport si svilupperanno molto di più.

Alcuni lamentano il fatto che i corsi per Insegnanti Tecnici delle tre discipline FIGMMA siano una scorciatoia presa da molti per entrare in un mondo oggi di moda e che vedrà presto l'apertura di corsi come funghi tenuti da gente impreparata. Cosa rispondi loro?

Non penso che per promuovere al meglio i nostri sport in Italia la soluzione migliore sia quella di permettere di aprire corsi ed insegnare solo alle Cinture Nere. In questo modo gli sport non si svilupperanno mai perché chi per sua sfortuna vive in località dove non esistono società sportive in cui si praticano le nostre discipline non potrà mai conoscerle e apprezzarle. Invece secondo me è giusto incoraggiare chi con umiltà e impegno si mette a studiare sotto ad un Tutor Federale e dargli la possibilità di aprire un corso che attirerà nuovi praticanti e aiuterà a promuovere i nostri sport in località dove non ci sono società in cui si praticano. Queste persone quindi non vanno ostacolate ma ringraziate e sostenute perché aiutano la Federazione a promuovere le sue discipline sportive. Il mio sogno è arrivare ad avere una società sportiva nella maggior parte dei Comuni d’Italia per dare l’opportunità a tutti gli italiani di conoscere e innamorarsi dei nostri sport. 

Molti si chiedono perché le MMA e il Grappling, sport emergenti, siano stati fatti uscire dalla FIJLKAM. Sembra un'apparente controsenso. Oggi se la lotta olimpica sta vivendo un periodo di rinascimento è anche grazie alle MMA.

Ho fatto tutto il possibile per convincere la dirigenza della FIJLKAM a mantenere gli sport della FIGMMA sotto la sua gestione. Purtroppo ciò non è stato possibile perché alla FIJLKAM interessa concentrare tutte le sue forze sul Judo, la Lotta e il Karate. Tutte le arti marziali minori se le tengono solo se non diventano troppo “ingombranti” e noi, con i numeri di società e tesserati che abbiamo raggiunto e la crescita esponenziale del nostro movimento sportivo, lo stavamo diventando. Posizione legittima che però non condivido.

La notizia che la FIGMMA ha firmato un accordo con il quale passerà sotto l'egida FIWUK ha lasciato sorpresi molti praticanti.

Dopo che la FIJLKAM mi ha comunicato la decisione di rinunciare a gestire dal 2014 le nostre discipline, non avendo ancora la FIGMMA i requisiti necessari per ottenere un riconoscimento diretto da parte del CONI, io e Vito abbiamo dovuto scegliere tra due strade: cercare un’altra Federazione riconosciuta dal CONI che ci accogliesse oppure finire sotto la gestione di un Ente di Promozione Sportiva.

Grazie alla FILA, le discipline della FIGMMA hanno avuto immediato accesso al riconoscimento del CONI e mi è sembrato giusto cercare di fare il possibile per non fargli perdere tale status. Per mesi ho lottato con tutte le mie forze affinchè gli sport della FIGMMA rimanessero sotto il controllo di una Federazione riconosciuta dal CONI e non finissero sotto la gestione di un Ente di Promozione Sportiva per i seguenti motivi:

1)      per qualsiasi sport l’essere gestito da una Federazione riconosciuta dal CONI è il massimo a cui può ambire all’interno dell’ordinamento sportivo italiano;

2)      se uno sport è fuori dalle Federazioni del CONI ma è riconosciuto solo da un Ente di Promozione Sportiva per il CONI non esiste;

3)      per gli sport della FIGMMA finire sotto la gestione di un Ente di Promozione Sportiva, dopo sei anni che sono stati di competenza di una Federazione prestigiosa come la FIJLKAM, sarebbe stata una grande umiliazione che avrebbe comportato una perdita di visibilità e prestigio;

4)      gli Enti di Promozione Sportiva sono dei contenitori che racchiudono centinaia di sport dei più disparati. Chiunque potrebbe inventarsi una nuova arte marziale, creare una organizzazione per gestirla e farla riconoscere da un Ente di Promozione Sportiva, e vendere a peso d’oro corsi, cinture e diplomi;

5)      in teoria, se i nostri sport fossero usciti dall’ambito delle Federazioni riconosciute dal CONI, nulla avrebbe impedito ad una Federazione del CONI di aprire un settore interno ed iniziare a gestire le nostre discipline sottraendocele dopo tutto il lavoro fatto da noi della FIGMMA negli ultimi sette anni;

6)      negli Enti di Promozione Sportiva ci stanno gli sport che non hanno i requisiti per essere riconosciuti dal CONI e che non vengono accettati da nessuna Federazione del CONI oppure le organizzazioni marginali di sport già riconosciuti dal CONI. In pratica, la maggior parte delle volte, uno sport sta in un Ente di Promozione Sportiva non per libera scelta ma perché è costretto non avendo la possibilità di un riconoscimento da parte del CONI;

7)      gli sport gestiti dalle Federazioni del CONI possono avere accesso ai finanziamenti del CONI che permettono ad esempio di tenere basse le quote delle affiliazioni, dei tesseramenti e delle iscrizioni alle gare, di portare gli atleti delle Nazionali alle competizioni internazionali, di dare premi in denaro ai vincitori delle gare, ecc…;

8)      gli attestati e le qualifiche riconosciute dagli Enti di Promozione Sportiva hanno valore soltanto all’interno dell’Ente mentre quelle rilasciate da una Federazione riconosciuta dal CONI valgono erga omnes ossia nei confronti di tutti;

9)      indubbiamente portare la FIGMMA sotto la gestione di un Ente di Promozione Sportiva avrebbe significato per me avere più autonomia e libertà di azione rispetto allo stare sotto una Federazione CONI di cui ovviamente dovrò recepire e applicare le direttive, ma ho preferito anteporre gli interessi delle discipline sportive che rappresento alle mie personali e quindi rimanere sotto il controllo di una Federazione del CONI;

10)  stare nell’ambito di una Federazione del CONI da alle società sportive e ai tesserati maggiori garanzie di una corretta gestione delle risorse perché l’attività federale è soggetta a controlli di vario tipo da parte del CONI. Al contrario, le organizzazioni che sono sotto gli Enti di Promozione Sportiva non hanno ad esempio controlli contabili da parte del CONI e quindi esiste il rischio che i dirigenti possano gestire “privatamente” le risorse e compiere atti illeciti a danno dello sport, degli associati e dei tesserati.

Scelta quindi la prima strada, il CONI mi ha invitato a cercare un’altra Federazione che accogliesse le nostre discipline. E’ stato per me un lavoro lungo e faticosissimo in cui ho avuto molti incontri e confronti con gli uffici competenti del CONI. Prima ho contattato e intrapreso trattative riservate con le Federazioni Sportive Nazionali che gestiscono discipline affini alle nostre. Non avendo avuto la disponibilità ad accoglierci da parte di nessuna di queste, ho contattato la DSA di rango più elevato tra quelle che si occupano di arti marziali/sport di combattimento, l’unica DSA Effettiva che gestisce questa tipologia di discipline sportive, la FIWUK, con cui è stato stipulato l'accordo. Non sono state contattate quindi DSA Provvisorie, DSA Sperimentali e Enti di Promozione Sportiva.

Le trattative e le decisioni che ho preso sono state riservate e assunte in via d’urgenza al fine di tutelare le nostre discipline e la Federazione in quanto persone esterne alla FIGMMA avrebbero potuto ostacolarmi. In qualità di Presidente ho provveduto a sottoscrivere di mia iniziativa l’accordo, avvalendomi della facoltà prevista dall’art. 22, comma 4, dello Statuto Federale, per poi sottoporlo al Consiglio Federale che lo ha ratificato all’unanimità.

Tutta questa operazione “politica” ha avuto come unico scopo quello di tutelare al massimo gli sport delle MMA, del Grappling No-Gi e del Brazilian jiu-jitsu/Grappling Gi, le società sportive affiliate e i tesserati della FIGMMA.

Sono contento di aver chiuso l’accordo con la FIWUK perché, oltre al fatto che il Sanda è lo sport da combattimento riconosciuto dal CIO più affine alle MMA, ho trovato in questa Federazione una Dirigenza con una mentalità molto aperta e moderna e con una gran voglia di sostenere e promuovere i nostri sport. Inoltre sono persone che mi sono sembrate subito molto corrette, educate e disponibili, qualità purtroppo non sempre riscontrabili in chi ha ruoli di potere. Quindi, tutti noi che amiamo le MMA, il Grappling No-Gi e il Brazilian jiu-jitsu/Grappling Gi, dobbiamo essere grati e riconoscenti alla FIWUK perché, se in futuro i nostri sport saranno ancora nell’ambito CONI è solo grazie a questa Federazione che li ha accolti.


Cosa cambia per le società sportive affiliate e per i tesserati della FIGMMA?

Non cambierà nulla anzi, ci sarà il vantaggio che chi vorrà potrà partecipare alle gare di Sanda della FIWUK. Nel 2014 per le società e i tesserati della FIGMMA rispetto al 2013 ci saranno quindi solo novità positive: con il pagamento di un’unica affiliazione e un unico tesseramento potranno partecipare alle competizioni di MMA, Grappling No-Gi, Brazilian jiu-jitsu/Grappling Gi e Sanda.

Grazie Saverio per questa intervista ma credo che la notizia meritava un approfondimento. Vuoi aggiungere qualcosa per i lettori di Maxbjj prima di salutarti?

Vorrei far riflettere sul fatto che, per economizzare i costi amministrativi e dare più risorse allo sport, la volontà politica del CONI, che io condivido, è quella di non riconoscere nuove Federazioni sportive ma di includere le nuove discipline sportive nelle Federazioni già esistenti. Gli integralisti insomma si rassegnino, i nostri sport dentro al CONI saranno probabilmente sempre gestiti da una Federazione che include anche altre discipline non affini alle nostre. Convivremo con altri sport di combattimento e arti marziali dentro la FIWUK come abbiamo fatto fino ad oggi dentro la FIJLKAM dove siamo stati senza problemi con altre arti marziali, ad esempio l’aikido, molto differenti dai nostri sport. D’altra parte lo sport da combattimento/arte marziale più praticata al mondo, il Judo, in Italia non ha una Federazione autonoma ma convive dentro la FIJLKAM con Lotta, Karate, Aikido, Ju-Jitsu, Capoeira, MGA, Sumo, ecc...

In ogni Federazione del CONI che raccoglie vari sport ognuno opera nelle sue rispettive discipline nel rispetto e nella collaborazione.

In merito alle suddette questioni rimango comunque a disposizione, via e-mail o telefono, delle società sportive e dei tesserati che desiderassero avere chiarimenti o delucidazioni.

Per quanto riguarda l’attività federale, invito tutti ad emarginare chi per rancori personali o per invidia attacca in malafede la FIGMMA e il suo operato. La Federazione, che ho l’onore di rappresentare, è la nostra casa e deve essere difesa. Dobbiamo camminare tutti insieme, uniti come in una famiglia, per poter meglio tutelare e promuovere gli sport che amiamo. Le società sportive devono collaborare tra di loro evitando screzi, chiusure e guerre stupide, per il bene dello sport e dei suoi praticanti.

Inoltre invito tutti a fare il possibile per far crescere sempre di più il numero delle società sportive affiliate e dei tesserati della Federazione perché più la FIGMMA cresce e più sarà maggiore la visibilità, il prestigio e il peso politico dei nostri sport all’interno del CONI.

Combattere rafforza la volontà. Sarà forse questo il motivo per il quale, avendo combattuto nella mia vita in tanti sport, ho una volontà ferrea nel portare le nostre discipline a conquistare mete sempre più alte. Ma per fare questo ho bisogno dell’aiuto e del supporto di tutti voi.

Arrivederci a tutti a primavera ai Campionati Italiani di MMA, di Grappling No-Gi e di Brazilian jiu-jitsu/Grappling Gi della FIGMMA e al Campionato Italiano di Sanda dei nostri nuovi amici della FIWUK.

In bocca al lupo per il 2014 e auguri per questa nuova avventura.

Buon anno a tutti e tanti auguri di grandi successi alla FIGMMA e alla FIWUK.

Max

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information