Facebook Twitter Youtube Picasa

SPONSOR

 

 

Newsletter










 

La FIGMMA su delega di  FIJLKAM e FIWUK, Federazioni del CONI, gestisce gli sport

GRAPPLING NO-GI, BJJ/GRAPPLING GI e MMA

ITALIA CAMPIONE DEL MONDO DI MMA 2011 - Lotta al Doping - Squalificato atleta canadese al mondiale di MMA 2011 - Galli medaglia di bronzo

La FILA, che ha incluso i suoi stili non olimpici del Grappling e delle Mixed Martial Arts nel suo programma di lotta contro il doping, ci ha comunicato che, durante gli ultimi Campionati Mondiali che si sono svolti in Serbia, ha effettuato il test anti-doping ad alcuni atleti trovando positivo l’atleta canadese vincitore della categoria 75 kg di MMA a cui è stato tolto il titolo conquistato. In seguito alla squalifica sono state rielaborate la classifica individuale della categoria 75 kg e la classifica per nazioni e, il nostro atleta azzurro Gian Marco Galli ha ottenuto la medaglia di bronzo, e il team italiano di MMA è risultato vincitore del torneo. La Federazione ringrazia di cuore i nostri atleti Colazingari, Brugnolini, Pennese, Klammsteiner, Saracino e Galli e il Direttore Tecnico Fabio Ciolli che con il loro impegno hanno permesso all’Italia di conquistare il primo posto nella classifica per nazioni al 1° Campionato Mondiale di MMA della FILA. 

Secondo le regole antidoping della FILA, l’atleta trovato positivo al test anti-doping, oltre ad essere eliminato dalla classifica del torneo, riceve 2 anni di sospensione e la sua Federazione Nazionale è sanzionata con una multa di 10000 franchi svizzeri (circa 8000 euro).

La Federazione Italiana Grappling Mixed Martial Arts nel caso in cui venisse sanzionata a causa di una squalifica per doping di un proprio atleta, agirà, anche giudizialmente, contro l’atleta per rivalersi della sanzione pagata alla FILA.

La FILA ha preso una posizione ferma a favore dello sport pulito e continuerà a condurre sistematicamente operazioni anti-doping in tutti i suoi principali eventi.

Incoraggio vivamente tutte le società sportive ad avviare campagne di sensibilizzazione contro il fenomeno del doping.

Le liste delle sostanze proibite possono essere consultate sul sito web della World Anti-Doping Agency, www.wada-ama.org

 

Il Presidente

Saverio Longo

 

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information